CNA_Pesaro_Urbino_POSITIVO

Reggio Emilia, parrucchieri ed estetiste contro i femminicidi

Più di settanta operatori hanno contribuito alla campagna sociale contro ogni forma di violenza sulle donne

 “Noi operatori di bellezza, che ogni giorno ci impegniamo per valorizzare le donne e farle sentire bene con sé stesse e con gli altri, non possiamo restare in silenzio di fronte a questa spaventosa escalation di violenza da parte degli uomini.” Ha dichiarato Andrea Guerrieri, presidente di CNA Benessere e Sanità di Reggio Emilia, commentando la campagna promossa da CNA contro i femminicidi.

“Abbiamo deciso – continua Guerrieri – di lanciare un segnale forte per fermare questa spirale di brutalità. Ed è solo la prima azione che abbiamo programmato oltre l’8 marzo, volutamente, perché il rispetto per le donne deve esserci 365 giorni l’anno”.

Alzare la voce e agire perché troppo spesso, il genere maschile è protagonista di atti di violenza efferata nei confronti delle donne, un fenomeno che assume contorni sempre più preoccupanti e che richiede una risposta urgente da parte di tutta la società.

È in questo contesto che i parrucchieri e le estetiste associati a CNA Reggio Emilia si uniscono per lanciare un chiaro e inequivocabile appello contro i femminicidi. Questa “discesa in campo” rappresenta un’azione concreta e coraggiosa della categoria degli artigiani della bellezza, che hanno deciso di prendere posizione e combattere attivamente questa emergenza sociale, autotassandosi per realizzare il progetto.

L’iniziativa, promossa da Viller Poli e Andrea Guerrieri con il supporto di CNA, ha visto il coinvolgimento di numerosi professionisti del settore (settantaquattro a livello provinciale), determinati a contribuire a un cambio di mentalità e a una maggiore consapevolezza sulla gravità del problema.

La campagna immagine, realizzata con il supporto volontario di modelle e fotografi (le modelle Nicole Simonini, Barbara Fontanili, Cristina Taroni, Linda Ferri, Ginevra Battistini e i fotografi Cristiano G. e Luca M.), sarà presto lanciata sui media, sui canali social di CNA e dei settanta artigiani che hanno aderito all’iniziativa.

La campagna si svilupperà attraverso cinque soggetti: uno principale che apparirà affiancato dai volti di tutte le operatrici e gli operatori che hanno partecipato contribuendo economicamente al progetto; gli altri quattro soggetti saranno alternati sulle campagne social (Facebook e Instagram) e saranno accompagnati da questo testo: “Uomini. Stop ai femminicidi. Noi doniamo bellezza, vogliamo donne libere da paura e violenza. Costruiamo insieme un futuro di rispetto e comprensione”, la campagna vuole parlare soprattutto all’universo maschile senza sottacere un appello a tutte le donne affinché non accettino alcuna forma di violenza e denuncino.

CNA Reggio Emilia ha accolto con convinzione l’idea della categoria CNA Benessere e Sanità e ne ha curato il coordinamento: “Siamo convinti che il tema della violenza sulle donne non sia purtroppo un’emergenza ma un fenomeno che, a macchia d’olio si sta estendendo, diventando strutturale –  ha chiarito il presidente CNA Reggio Emilia, Giorgio Lugli – per questo è importante e fondamentale l’impegno di tutti e un’opera di sensibilizzazione a 360 gradi. I nostri parrucchieri hanno dato un bellissimo segnale con un impegno diretto di artigiani e cittadini che hanno grande attenzione per il la nostra comunità e per il paese”.

 

Questo articolo Reggio Emilia, parrucchieri ed estetiste contro i femminicidi è stato pubblicato su CNA.

 

le news di CNA nazionale sono edite dall'Ufficio Stampa CNA nazionale Roma

Altre notizie