CNA_Pesaro_Urbino_POSITIVO

Bonus 4.0: le FAQ del GSE e delle entrate sulla procedura di comunicazione

Il GSE e l’Agenzia delle Entrate hanno pubblicato alcune FAQ in tema di crediti d’imposta 4.0 che chiariscono la procedura di comunicazione del bonus.

Nel contesto del piano “Transizione 4.0”, il processo per usufruire dei crediti d’imposta è stato oggetto di aggiornamenti significativi, specialmente per quanto riguarda la comunicazione dei dati al Ministero delle Imprese e del Made in Italy tramite il Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

Nello specifico, dalle ore 10:00 del 18 maggio 2024, le imprese sono tenute ad inviare i moduli di comunicazione esclusivamente tramite il portale dedicato “Transizione 4.0 – Accedi ai questionari”, accessibile dall’Area Clienti del GSE. È importante che l’operatore che effettua l’invio sia preventivamente registrato nell’Area Clienti. Dopo la registrazione, è possibile accedere al portale e completare la procedura di invio, ottenendo una ricevuta di avvenuto invio tramite il tasto “Scarica ricevuta SIAD”.

Prima di questa data, fino alla mezzanotte del 17 maggio 2024, le comunicazioni potevano essere inviate via PEC. È fondamentale sapere che i moduli già inviati via PEC non devono essere nuovamente trasmessi tramite il portale.

Tipologie di Modelli di Comunicazione

Sono due i principali modelli di comunicazione per compensare i crediti d’imposta per gli investimenti del piano 4.0:

  1. Modulo 1 – Per investimenti in beni strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. Questo modulo deve essere inviato preventivamente per gli investimenti da effettuarsi dal 30 marzo 2024 in poi, e a completamento degli investimenti per aggiornare le informazioni. Per gli investimenti effettuati dal 1° gennaio 2023 al 29 marzo 2024, deve essere trasmesso solo a seguito del completamento degli investimenti.
  2. Modulo 2 – Per investimenti in attività di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, design e ideazione estetica, con le stesse modalità di trasmissione del Modulo 1.

Verifiche e invio delle informazioni

Il GSE effettua verifiche di natura formale sui dati acquisiti e li trasmette periodicamente alle amministrazioni competenti, che procederanno con le azioni di carattere valutativo e fiscale.

Tempi di elaborazione e rilascio delle ricevute

Tenuto conto dei tempi tecnici necessari per l’elaborazione delle comunicazioni da parte del GSE e il successivo invio all’Agenzia delle Entrate, dal 17 giugno 2024 è stata sospesa l’emissione delle ricevute definitive dei modelli F24 per 30 giorni. Durante questo periodo, l’Agenzia verifica periodicamente se le informazioni provenienti dal GSE siano state acquisite, sbloccando così la delega F24 e mantenendo la data del versamento. In assenza di riscontri positivi entro 30 giorni, la delega F24 sarà scartata.

Chiarimenti e supporto

Per ulteriori dettagli sulla compilazione e invio dei moduli, è disponibile la Guida all’utilizzo del Portale Transizione 4.0, che fornisce indicazioni dettagliate su ogni fase del processo. Gli operatori possono consultare questa guida per garantire la corretta trasmissione delle comunicazioni e per risolvere eventuali problematiche tecniche che potrebbero sorgere durante la registrazione o l’accesso al portale. La chiara comprensione delle nuove procedure di comunicazione e dei requisiti formali è essenziale per le imprese che intendono usufruire dei crediti d’imposta per gli investimenti del piano “Transizione 4.0”.

La corretta trasmissione dei moduli tramite il portale dedicato e l’attenzione ai tempi di elaborazione garantiranno un processo fluido e conforme alle normative vigenti.

Altre notizie